Archivi del mese: dicembre 2012

In principio era il verbo

Cosa ti hanno fatto, figlio immacolato ti ho sentito soffocare nella rabbia. Cosa ti sei fatto, figlio disperato hai rinnegato il tuo rosario di dolore. Le parole sono divine, figlio infedele sono tutto e niente, verità e finzione salvezza e … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessi opachi | Contrassegnato , | 10 commenti

Ulrisil – 5

5. Semplici abitudini  Inutile dedicare parole a quella cena insignificante in un nuovo piccolo ristorante giapponese vicino al mio ufficio. Non so mai riconoscere le emozioni che mi procura rivedere Mino: a lui devo due figlie meravigliose e vent’anni insieme, … Continua a leggere

Pubblicato in Ulrisil | Contrassegnato , , , | 7 commenti

Ulrisil – 4

4. Quando un ossimoro incontra una crasi Il mese di settembre è scivolato via piano piano, non me ne sono quasi accorta. Lavoro tanto, e le giornate trascorrono sempre uguali. È quasi sera e sono ancora in ufficio, davanti al … Continua a leggere

Pubblicato in Ulrisil | Contrassegnato , , | 7 commenti

Noia

Leggera si posa la noia imbianca le voglie, sospende i sospiri si adagia nel cuore e – come la neve – raggela la vita che dorme nel sole.

Pubblicato in Riflessi opachi | Contrassegnato , , | 5 commenti

Ulrisil – 3

3. Il rientro  Milano, settembre, ufficio. Le vacanze sono finite per fortuna, si riprende a lavorare. Ero stanca di stare laggiù a fingere di essere una brava figlia e una brava madre, in mezzo a tutta la mia famiglia, alla … Continua a leggere

Pubblicato in Ulrisil | Contrassegnato , | 6 commenti

Ulrisil – 2

2. L’inizio Era un’estate inconsistente, di quelle che non ti lasciano addosso neppure un ricordo, che ti passano accanto come persone sconosciute. Sardegna, agosto, spiaggia. Qualche sms, un libro che non mi appassiona, una sigaretta ogni tanto, le famigliole felici … Continua a leggere

Pubblicato in Ulrisil | Contrassegnato | 6 commenti

Ulrisil – 1

1. La fine Ora vorrei ridere con te, toccare le tue braccia, vedere i tuoi occhi che dicono “tranquilla, è stato un solo gioco, mi sono divertito”. Niente è più serio di un gioco, me lo ha insegnato Ulrisil. Ora … Continua a leggere

Pubblicato in Ulrisil | Contrassegnato , | 7 commenti