Come stai?

Come stai?

Sai, non so. Non sento, sento che non so. So che sto.

Sto, ecco, sto. Non so dove, non so come. Sto.

E sul quanto o sul quando non sto a domandarmi come.

Perché?

Che parola è perché. Non serve. Non parla, è silenzio.

Altre parole parlano al suo posto, rispondono

e mentono. Temono l’assenza del perché,

assenza ingiustificata della mente malata.

Chiamate i genitori, devono sapere,

non si può andare avanti così.

Tu non stai bene, lo sai.

Non so, forse non sto. Non qui, lo so.

Perché? (che paura il silenzio)

Sto bene, molto bene, grazie.

Bugiarde! Tre pater-ave-gloria e una pastiglia

prima di dormire.

Informazioni su Grazia Bruschi

Posso essere rondine per tornare, foglia per cadere. Posso essere tutto mentre scrivo, anche felice. https://graziabruschi.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Follia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Come stai?

  1. Alessandra Bianchi ha detto:

    Molto bello.
    E mi piace : posso essere tutto mentre scrivo, anche felice.
    (Come me).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...