Occhi a mandorla

Come sono i suoi occhi, dimmelo

Hanno il gusto delle mandorle acerbe

E si abbassano lenti quando sentono i denti?

E i tuoi denti – dimmi – come sono i tuoi denti?

Lo so, hanno fame di un sogno dal profumo d’oriente

E stridono acuti mentre squarciano il guscio.

Nudo quel seme ora è frutto per una bocca

La tua (che un tempo era mia)

Latte dolce non caglia nelle notti d’autunno

Annunci

Informazioni su Grazia Bruschi

Posso essere rondine per tornare, foglia per cadere. Posso essere tutto mentre scrivo, anche felice. https://graziabruschi.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Follia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...